Progetto quadrifoglio

Il Progetto Quadrifoglio si propone di accompagnare il bambino non vedente, ipovedente o pluriminorato, dall’infanzia fino alla giovinezza, attraverso un percorso educativo e riabilitativo che permetta di crescere in termini di autonomia personale, domestica e di orientamento e mobilità.

Il progetto Quadrifoglio si propone di accompagnare il bambino non vedente, ipovedente o pluriminorato, dall’infanzia fino alla giovinezza, attraverso un percorso educativo e riabilitativo che tenga conto delle caratteristiche peculiari delle varie fasi dell’età evolutiva cercando una soluzione alla frammentazione degli interventi che spesso impedisce la comprensione del quadro d’insieme.

I progetti sono quattro:

  • Progetto Giallo – Intervento Precoce (vai all’approfondimento)
    Consulenza educativa e riabilitativa rivolta a bambini da 0 a 6 anni anche in situazioni di pluridisabilità. L’attività basale si avvale del metodo della stimolazione basale  del prof. A. Frölich ed è svolta da operatrici specializzate con la supervisione della dott.ssa Teresa Wysocka.
  • Progetto Verde – Infanzia e Preadolescenza
    Rivolto ai bambini da 6 a 12 anni; attraverso attività di laboratorio ci si concentra sull’acquisizione di competenze per lo sviluppo dei pre-requisiti di autonomia personale. Supervisore è il dott. Francesco Decortes.
  • Progetto Rosso – Adolescenza (vai all’approfondimento)
    Rivolto ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, sviluppa capacità e competenze dell’autonomia personale e dell’orientamento e mobilità attraverso esperienze di vita extra-familiare organizzate secondo la modalità dei weekend.
  • Progetto Blu – Giovani (vai all’approfondimento)
    Rivolto ai giovani oltre i 19 anni: consolidamento delle competenze dell’autonomia personale e dell’orientamento e mobilità con la costruzione e organizzazione di weekend fuori porta.